ANCORA POCHI GIORNI. VOTA E FAI VOTARE




VOTA !

Il progetto di orticoltura “PROFUMI E SAPORI…sinergie tra bambini e natura” è rivolto a 600 alunni delle nostre scuole.
Abbiamo candidato questo progetto ad un concorso nazionale per ottenere un finanziamento importantissimo per il suo completamento.

Ti chiediamo di aiutarci, semplicemente dando il tuo voto
(ne hai a disposizione 10).
Le modalità sono semplici: basta seguire questo link

dove potrai anche vedere la scheda del progetto.



…e ricordati di farlo girare tra amici e familiari In tutta Italia !

Grazie di cuore
da parte nostra e di tutti i bambini/e coinvolti


Se trovi difficoltà nel votare non rinunciare: segui questi semplici passaggi o telefonaci al 348-3954694 (anche whatsapp)


Una volta clickato sul link ti compare questa pagina; qui sotto ti indichiamo cosa fare



nella pagina di registrazione...


dopo aver completato la registrazione riceverai una mail (all'indirizzo mail da te inserito) con un link che ti porterà qui




Questo è tutto...semplice no ?!

A TUTTO G.A.S. 2017


Il 5 Aprile a Cerea


"Acqua malata" TG3 Fuori TG del 21/03/2017



tratto da:
http://www.tg3.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-2e745d3c-eae7-462b-aaf7-14d3700e0a0f-tg3.html#p=

VOTA E FAI VOTARE!!!!!




VOTA !

Il progetto di orticoltura “PROFUMI E SAPORI…sinergie tra bambini e natura” è rivolto a 600 alunni delle nostre scuole.
Abbiamo candidato questo progetto ad un concorso nazionale per ottenere un finanziamento importantissimo per il suo completamento.

Ti chiediamo di aiutarci, semplicemente dando il tuo voto
(ne hai a disposizione 10).
Le modalità sono semplici: basta seguire questo link

dove potrai anche vedere la scheda del progetto.



…e ricordati di farlo girare tra amici e familiari In tutta Italia !

Grazie di cuore
da parte nostra e di tutti i bambini/e coinvolti


Se trovi difficoltà nel votare non rinunciare: segui questi semplici passaggi o telefonaci al 348-3954694 (anche whatsapp)


Una volta clickato sul link ti compare questa pagina; qui sotto ti indichiamo cosa fare



nella pagina di registrazione...


dopo aver completato la registrazione riceverai una mail (all'indirizzo mail da te inserito) con un link che ti porterà qui


Questo è tutto...semplice no ?!

A Bovolone la bella manifestazione AMBIENTIAMO



Glifosato, siamo sicuri che non sia cancerogeno?


Il 15 marzo 2017 l’Echa, l’Agenzia europea per le sostanze chimiche, ha dichiarato che il glifosato  – il noto erbicida della Monsanto – non è cancerogeno e non provoca mutazioni genetiche, riconoscendo tuttavia che provoca seri “danni agli occhi” ed è “tossico con effetti duraturi sulla vita in ambienti acquatici”.
Conclusioni quindi abbastanza simili a quelle cui già l’Efsa nel novembre 2015 era pervenuta dichiarando che “improbabile” che il glifosato fosse cancerogeno. La decisione dell’Echa era nell’aria e non ha quindi destato troppa sorpresa, ma è comunque interessante analizzarla in dettaglio. Va ricordato che al momento della sua immissione sul mercato il glifosato era stato propagandato come una molecola assolutamente sicura, nociva solo per le “erbacce” che disseccava, immediatamente degradabile, che non comportava rischi di alcun tipo né per l’ambiente né per le persone. Già il fatto che ora se ne riconosca una tossicità duratura per l’ambiente acquatico la dice lunga sulle rassicurazioni a suo tempo fornite. .......................

...................il resto dell'articolo lo trovi su:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/03/19/glifosato-siamo-sicuri-che-non-sia-cancerogeno/3459661/


A TUTTO G.A.S. IN VALPOLICELLA


NUOVE OPPORTUNITÀ PRODUTTIVE: VITICOLTURA E BIOLOGICO



























“NUOVE OPPORTUNITÀ PRODUTTIVE: VITICOLTURA E BIOLOGICO”
Teatro Comunale “Guido Bianchi” - Pescantina
VENERDÌ 24 MARZO 2017 ORE 20.00

Organizzazione:Comune di Pescantina Settore Agricoltura - Osservatorio Agricoltura


PROGRAMMA:

- Ore 20.00 Saluto delle Autorità:
Dott. Luigi Cadura, Sindaco del Comune di Pescantina;
Dott. Gianmaria Tommasi, Presidente Valpolicella Benaco Banca

- Ore 20.15 “La nuova Normativa Viticola delle Autorizzazioni:
applicazioni pratiche, criticità e nuove assegnazioni 2017”
Dott. Matteo Tedeschi, AVEPA

- Ore 20.45 “La nuova DOC Pinot Grigio: dalle origini allo stato attuale”
Dott. Abino Armani, Presidente Consorzio Tutela “Vini Doc delle Venezie”

- Ore 21.15 “Metodi di coltivazione della vite: il biologico possibile opportunità”
Dott. Renzo Caobelli, Agronomo - Specialista in Fitopatologia

- Ore 21.45 “Manica spa: prodotti a sostegno dell’agricoltura biologica”
Dott. Rolando Del Fabbro, Ufficio Tecnico Agronomico Manica S.p.a.

- Ore 22,00 Discussione e Conclusioni

Modera: Dott. Pietro Bertanza Redazione de “L’Informatore Agrario”
A conclusione rinfresco per i partecipanti con i vini della Valpolicella
offerti dalla Cantina Monteci

...Vi aspettiamo!
Aveprobi, in collaborazione con l'Istituto di Istruzione Superiore "Stefani-Bentegodi", ha organizzato il convegno dal titolo "I semi del futuro, il futuro dei semi, cos'è e come si fa la selezione genetica partecipativa". Si terrà presso l'Aula Magna dell'Istituto Tecnico Agrario Bovolino Via dell'Agricoltura 1 - Buttapietra (VR) a partire dalle ore 11.
E' un importante appuntamento per conoscere come e perchè selezionare i semi dei cereali resistenti alle varie condizioni pedo-climatiche nello spirito della partecipazione tra agricoltori
Relatore sarà il genetista Salvatore Ceccarelli che ha sperimentato e adottato in molte parti del mondo questo metodo di selezione.
Al termine seguirà una degustazione di pani prodotti con alcune varietà antiche di cereali e loro miscugli.
Vi attendiamo numerosi!



Conferenza a Verona: “Per un’agricoltura motore di benessere”


PER L'ECHA GLIFOSATO NON CANCEROGENO, MA NON SI SA NULLA SU ESPOSIZIONE PROLUNGATA

CONFLITTO D’INTERESSI SULLA PELLE DEI CITTADINI”


Roma, 15 marzo 2017 - L’ECHA, l’Agenzia europea per le sostanze chimiche, ha deciso oggi che il glifosato non è cancerogeno e non provoca mutazioni genetiche, ma seri “danni agli occhi” ed è “tossico con effetti duraturi sulla vita in ambienti acquatici”. L’assoluzione è arrivata nonostante l’allarme lanciato dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro dell’Organizzazione mondiale della sanità sulla pericolosità del noto diserbante.
 "Una conclusione – sottolinea la portavoce della Coalizione #StopGlifosato Maria Grazia Mammuccini – che non convince e a cui si è arrivati esaminando gli studi pregressi, compresi quelli delle aziende produttrici. Abbiamo lanciato già alcuni giorni fa l’allarme sul possibile conflitto di interessi di alcuni membri della Commissione che ha emanato questo parere. Almeno tre di loro hanno lavorato per società di consulenza del settore chimico, interessate a sostenere il glifosato e a non far partire un serio ripensamento sull’uso globale dei pesticidi nell’agricoltura europea”.
Inoltre, come ammette la stessa ECHA, questo parere è basato “esclusivamente sulle proprietà dannose della sostanza. Non tiene conto della possibilità di esposizione alla sostanza e quindi non tratta dei rischi di esposizione”.
Per Patrizia Gentilini, dell’Isde- Associazione medici per l’ambiente, “in altre parole, secondo il controverso parere dell’ECHA (formulato considerando anche studi non pubblicati, non sottoposti a revisione e condotti dall’industria produttrice), in se stesso il glifosato non indurrebbe in modelli sperimentali il cancro o mutazioni genetiche. Questo parere, secondo quanto dichiarato dalla stessa agenzia, esclude la valutazione dei rischi da esposizione prolungata di esseri umani (agricoltori e consumatori), sui quali l’ECHA paradossalmente non si esprime. Ma è proprio l’esposizione sia professionale che residenziale o attraverso l’acqua e gli alimenti, che rappresenta un rischio per la salute delle persone, specie delle frange più vulnerabili quali donne in gravidanza e bambini”.
 Per la Coalizione italiana #StopGlifosato “questo parere ‘parziale’ indurrà la Monsanto a tirare un respiro di sollievo. Molto meno sollevati  sono i cittadini europei che si trovano di fronte a un giudizio sostanzialmente avulso dalla realtà dei rischi quotidiani. Per questo occorre sostenere la raccolta di firme per l’Iniziativa dei cittadini europei (ICE) indirizzata al parlamento e alla Commissione Ue, affinché ascoltino gli allarmi che vengono da una buona parte della comunità scientifica e decretino l’eliminazione dell’erbicida dai campi europei. In meno di due mesi questa iniziativa di legge popolare contro il glifosato è stata firmata da mezzo milione di cittadini: occorre raddoppiare l’impegno e presentare il milione di firme necessario per ottenere un cambiamento di rotta nelle politiche del laissez faire sulla salute e sulla pelle dei cittadini”.
Le 45 Associazioni riunite della Coalizione italiana #StopGlifosato lanciano un appello a tutti i cittadini per firmare e promuovere l’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) contro il glifosato, per far sentire alla Commissione europea la propria voce contro l’uso del glifosato e contro un modello di agricoltura non più sostenibile basato sull’utilizzo della chimica di sintesi lungo tutta la filiera agroalimentare.
Sono già tanti i cittadini che hanno sottoscritto la petizione #StopGlifosato, ma dobbiamo essere sempre di più per spingere la Commissione Ue ad assumere la decisione finale sull’uso del diserbante a tutela degli interessi generali delle persone e non degli interessi particolari delle multinazionali della chimica.

IL CIBO CHE CURA. Corso di alimentazione e di cucina pratica per medici

Un corso teorico pratico, in tre weekend, riservato ai medici per imparare a integrare nella propria
pratica professionale l'alimentazione fisiologica e le sue valenze preventive e terapeutiche. Una
iniziativa rivolta soprattutto ai colleghi di Medicina Generale. Sono tuttavia caldamente invitati
anche pediatri, specialisti gastroenterologi ed oncologi e tutti i colleghi interessati. Un corso basato
sulle più recenti evidenze scientifiche, ma anche sulla sapienza nascosta nella tradizione. Un
corso che sarà anche occasione per "mettere le mani in pasta" e sperimentare la bellezza e l'utilità
(per i medici e i loro pazienti) di passare un po' di tempo davanti ai fornelli.

Con il patrocinio di ISDE,
Scuola Veneta
di Medicina Generale
Provider ECM accreditato Regione Veneto

1° FINE SETTIMANA
SABATO 20 MAGGIO 2017
09:00 - 10:45 L’alimentazione fisiologica (prima parte)
Dall’evoluzione dei Primati all’uso di cereali e legumi. Metabolismo. Fabbisogno
energetico. Potere energetico degli alimenti. (Alessandro Formenti)
10:45 - 11:00 Coffee-break
11:00 - 13:00 I principi nutritivi: glucidi, lipidi, protidi, alcool, minerali, vitamine. L’acqua e le
acque minerali. (Alessandro Formenti)
13:00 - 14:30 Pranzo
14:30 - 18:30 Alimentazione in oncologia. La prevenzione e la gestione della patologia a
tavola. Protocolli chemioterapici e alimentazione. (Franco Berrino)
DOMENICA 21 MAGGIO 2017
09:00 - 13:00 Pratica collettiva di cucina assistiti dal dott. Berrino e guidati da una
professionista esperta, con particolare riguardo alla realizzazione di piatti adatti alla
prevenzione oncologica e all’alimentazione durante la chemioterapia: cereali integrali, soia
e derivati, alghe, verdure, dolce. (Giovanni Beghini, Morena Cortesi)
13:00 - 14:30 Pranzo

2° FINE SETTIMANA
SABATO 7 OTTOBRE 2017
09:00 - 10:45 L’alimentazione fisiologica (seconda parte)
Proprietà nutrizionali e extranutrizionali di frutta, ortaggi, cereali, legumi, oli e grassi, uova,
carne e pesce. Le piante aromatiche. Un modello di dieta fisiologica. (Alessandro
Formenti)
10:45 - 11:00 Coffee-break
11:00 - 13:00 Esempi di menu tipo. Diete speciali in caso di sovrappeso, dismetabolismi,
intolleranze alimentari, patologie infettive recidivanti. (Alessandro Formenti)
13:00 - 14:30 Pranzo
14:30 - 15:30 I cereali. Il frumento. Perché il recupero delle “antiche” varietà di cereali?
(Gian Domenico Cortiana)
15:30 - 16:15 La “galassia” celiachia: come non perdersi. (Paolo Pigozzi)
16:15 - 16:30 Coffee-break
16:30 - 17:30 I “trucchi” dell’industria alimentare. I condizionamenti. La comunicazione
(Enrico Dall’Anese).
17:30 - 18:30 Le piante selvatiche commestibili. Le risorse del nostro territorio (Daniele
Zanini).
DOMENICA 8 OTTOBRE 2017
09:00 - 13:00 Pratica collettiva di cucina guidati da un professionista esperto, con
particolare riguardo alla realizzazione di piatti senza glutine: cereali integrali senza glutine,
legumi, verdure, dolce. (Giovanni Beghini, Grazioli Marina)
13:00 - 14:30 Pranzo

3° FINE SETTIMANA
SABATO 18 NOVEMBRE 2017
09:00 - 10:45 La produzione degli alimenti: allevamenti, coltivazioni, additivi, cotture.
Tecniche, tecnologie: vantaggi e problemi (Daniele Degl’Innocenti)
10:45 - 11:00 Coffee-break
11:00 - 11:30 L’inquinamento ambientale nelle catene alimentari. (Giovanni Beghini)
11:30 - 13:00 L’inquinamento ambientale, il suo ruolo nello s-programming embrio-fetale e
le pandemie di autismo, obesità, cancro. (Ernesto Burgio)
13:00 – 14:30 Pranzo
14:30 – 15:30 Le fonti alimentari dei lipidi (olii, grassi animali, semi oleosi, grassi saturi,
insaturi, ecc.). L’impiego in terapia. (Maria Cristina Giacona)
15:30 - 17:30 L’influenza degli alimenti sulla funzionalità degli organi (Andrea Sbarbati).
17:30 - 18:30 Riflessioni sull’uso terapeutico del digiuno (Linda Gelmetti)
DOMENICA 19 NOVEMBRE 2017
09:00 - 13:00 Pratica collettiva di cucina guidati da un professionista esperto, con
particolare riguardo alla prevenzione e terapia dei dismetabolismi: cereali integrali, legumi,
semi oleosi, verdure, dolce. (Giovanni Beghini, Morena Cortesi)
13:00 - 13:30 Test di valutazione ECM e questionario di gradimento
13:30 - 14:00 Pranzo
ECM
Evento accreditato: ID 150-39693 con 45,8 crediti ECM
Accreditato per: Medico chirurgo (Endocrinologia, Gastroenterologia, Ginecologia e
Ostetricia, Igiene degli alimenti e della nutrizione, Oftalmologia, Oncologia, Pediatria,
Medicina Generale, Pediatri di Libera Scelta, Scienze dell’alimentazione e dietetica)
DOCENTI
Dott. Giovanni Beghini – Medico di Medicina Generale, Presidente ISDE Verona, San
Floriano (VR)
Dott. Franco Berrino – Epidemiologo, ex direttore dell’Istituto dei Tumori, Milano
Dott. Ernesto Burgio – Pediatra, Palermo, E.C.E.R.I. European Cancer and Environment
Research Institute (Bruxelles)
Dott. Enrico Dall’Anese – Medico di Medicina Generale, Verona
Dott. Daniele Degl’Innocenti – Medico Veterinario, Ricercatore, Università di Verona
Dott. Alessandro Formenti – Specialista in Scienze dell'alimentazione ed Idrologia
Medica, già docente di Scienze dell'alimentazione Università di Pavia e Fitoterapia
Università di Siena, Libero Professionista, Marano di Valpolicella (VR)
Dott.ssa Linda Gelmetti – Medico di Medicina Generale, Sommacampagna (VR)
Dott.ssa Maria Cristina Giacona – Biologa, Verona
Dott. Paolo Pigozzi – Medico Libero Professionista, Verona
Prof. Andrea Sbarbati – Medico, Direttore del Dipartimento di Neuroscienze, Biomedicina
e Movimento, Università di Verona
Dott. Davide Zanini – Biologo, Verona
Daranno il loro contributo con alcuni interventi e a supporto per le prove pratiche di cucina:
Sig.ra Cortese Morena – Cuoca, Verona
Sig.ra Marina Grazioli – Cuoca, Negrar (VR)
Sig. Gian Domenico Cortiana – Presidente Associazione Veneta Produttori Biologici-
AVEPROBI, agricoltore, Isola Vicentina (VI)

SEDE DEL CORSO
RistorArte Hotel Gran Can, Via Giovanni Campostrini, 60 – 37029 Pedemonte di S. Pietro
in Cariano (VR) Tel. +39 045 7701911 – info@hotelgrancan.it

PROVIDER E SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Scuola Veneta di Medicina Generale – Provider regionale 150
Via Pelosa, 78 – 35030 Caselle di Selvazzano (PD) T. 049 634928 www.svemg.it
info@svemg.it Riferimento: Alessandro Carraro

QUOTE E MODALITA’ DI ISCRIZIONE
Il corso è aperto a massimo 25 partecipanti (con un numero minimo di 18).
L’iscrizione al corso è obbligatoria previa registrazione dei propri dati sul sito
www.svemg.it cliccando sul link “Accesso partecipanti” entro il 30 aprile 2017.
La quota di iscrizione è di € 488,00 (IVA compresa)***.
***Per iscrizioni effettuate entro il 31 marzo 2017 è prevista una quota scontata pari a €
427,00 (IVA compresa).
Il 30 aprile verrà comunicato a tutti gli iscritti l’effettivo avvio del corso e verrà emessa
fattura relativa all’iscrizione, fattura da saldare tassativamente entro l’avvio del corso.
La quota di iscrizione comprende:
- tutte le diapositive preparate dai docenti rese disponibili anche in formato elettronico
sul sito www.svemg.it, i coffe-break e i pranzi dei sabati e delle domeniche.

SEGRETERIA SCIENTIFICA
Dott. Enrico Dall’Anese tel 347 1162933; enricodallanese@gmail.com

PER IL SOGGIORNO
• RistorArte Hotel Gran Can, Via Giovanni Campostrini, 60, 37029 Pedemonte di S. Pietro
in Cariano (VR); tel. 0457701911; info@hotelgrancan.it
• Hotel Florivana, Via Semonte, 7, 37029 San Floriano di San Pietro In Cariano (VR); tel.
0457704190; 328 2784956; hotelflorivana@yahoo.it
• Hotel Valpolicella, Via L. Beethoven 3, 37029 San Pietro in Cariano (VR), tel.
0457702382; info@hotelvalpolicella.net
• B&B Il Pettirosso, Via Moron, 38, 37024 Negrar (VR), te. 348 9157264;
info@ilpettirossovr.it
• Residence Santa Sofia, via Gianantonio Campostrini 60, 37029 - S.Pietro in Cariano
(VR); tel. 0457702246; info@residencesantasofia.it


Corcorso per il finanziamento del progetto "Orti Nelle Scuole"-Sito Terraviva




VOTA !

Il progetto di orticoltura “PROFUMI E SAPORI…sinergie tra bambini e natura” è rivolto a 600 alunni delle nostre scuole.
Abbiamo candidato questo progetto ad un concorso nazionale per ottenere un finanziamento importantissimo per il suo completamento.

Ti chiediamo di aiutarci, semplicemente dando il tuo voto
(ne hai a disposizione 10).
Le modalità sono semplici: basta seguire questo link

dove potrai anche vedere la scheda del progetto.



…e ricordati di farlo girare tra amici e familiari In tutta Italia !

Grazie di cuore
da parte nostra e di tutti i bambini/e coinvolti


Se trovi difficoltà nel votare non rinunciare: segui questi semplici passaggi o telefonaci al 348-3954694 (anche whatsapp)


Una volta clickato sul link ti compare questa pagina; qui sotto ti indichiamo cosa fare



nella pagina di registrazione...


dopo aver completato la registrazione riceverai una mail (all'indirizzo mail da te inserito) con un link che ti porterà qui


Questo è tutto...semplice no ?!


Sabato 11 Marzo primo incontro


Onu: pesticidi inutili, provocano 200.000 morti all'anno



ROMA, 7 MAR
I pesticidi usati in agricoltura causano 200.000 morti all'anno nel mondo, quasi tutti nei paesi in via di sviluppo, e non sono necessari per garantire l'aumento della produzione agricola per una popolazione in crescita. Lo sostiene un rapporto degli inviati speciali dell'Onu per il Diritto al cibo, Hilal Elver, e per le Sostanze tossiche, Baskut Tuncak, presentato al Consiglio per i Diritti umani delle Nazioni Unite a Ginevra.

"I pesticidi sono responsabili per un numero stimato di 200.000 decessi all'anno per avvelenamento acuto, il 99% dei quali avvengono nei paesi in via di sviluppo", si legge nel documento. Tuttavia, prosegue il rapporto "si ritiene comunemente che l'agricoltura intensiva industriale, che si basa pesantemente sui pesticidi, sia necessaria per aumentare i raccolti per sfamare una popolazione mondiale in crescita". Una convinzione sbagliata, secondo gli inviati dell'Onu: "Nei 50 anni passati, la popolazione globale è più che raddoppiata, mentre la terra arabile disponibile è aumentata solo del 10%".

I pesticidi causano danni ormai dimostrati scientificamente, secondo l'Onu: inquinano l'ambiente, uccidono o fanno ammalare le persone, destabilizzano l'ecosistema alterando il rapporto fra prede e predatori, limitano la biodiversità. Ma le aziende del settore agricolo e dei pesticidi hanno adottato "una negazione sistematica della grandezza del danno portato da queste sostanze chimiche, e tecniche di marketing aggressive e non etiche rimangono incontrastate".

Per l'Onu "un trattato generale che regoli i pesticidi altamente pericolosi non esiste". Eppure, "senza, o con un uso minimo di sostanze chimiche tossiche, è possibile produrre cibo nutriente e più sano, senza inquinare o esaurire le risorse ambientali". (ANSA).



tratto da:
http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/inquinamento/2017/03/07/onu-pesticidi-inutili-provocano-200.000-morti-allanno_64b04fb0-0a91-4a9c-bf23-1c0df17fc548.html